I'm so happy that if I could instill at least a drop of happiness to the whole world, men's lives would seem beautiful...

Alexander Scriabin

"Playing Scriabin is not for everyone. You need to have loose screws and be free where others are imprisoned.
Because Scriabin's music has elements out of the ordinary imagination.
If the pianist is not gifted in this sense it would be like hearing Mass celebrated by an atheist."


Nuccio Trotta

 

Scriabin : The project of Complete Sonatas

7864.02_Hero Banner_op2 virato.jpg

Nuccio Trotta suona Scriabin

Il doppio CD è prodotto dalla RSi e pubblicato da Dynamic

 

Stuff

 

BIO

"He has the music inside of him"
"With his hands he can do anything"

-  Aldo Ciccolini

“Music represents for me a journey to the core of my own self, a journey that will only end with my last day. Music strips us of our pettiness, leaving us bare and clean. It is our primary duty to leave
behind any vanity or showing- off when we approach it. Only then can we hope to be worthy of it.
Because music should not be exploited, indeed, we must become its heralds”.

With such a declaration of poetic, spiritual and existential intents, the pianist Nuccio Trotta approaches the piano literature with great humbleness and placing centre-stage never himself but music, which is for him a source of life. His repertoire spans from the beginning of piano music to the 1900s, and virtuosity is never an end to itself but a necessary (when appropriate) tool to vitalize the piece at hand. His artistry, after obtaining a piano diploma from the Conservatory of Bari with excellent results in just seven years, has met with unanimous consent both in public competitions and in concert, and was guided by internationally renowned musicians such as the late Aldo Ciccolini. In 1989 he achieved a master’s diploma at Salzburg’s Mozarteum with the former director of the Moscow Conservatory Sergei Dorensky (a pupil of Igumnov), who noticed (like other international masters) this pianist’s inborn predisposition for the music of Scriabin, a composer who is always present in Trotta’s concert programmes. In his diversified musical experience, Trotta has performed as a soloist as well as an accompanist in theatrical shows, with long tours, without forgetting his contribution to chamber music, within various ensembles. The main goal of this pianist, however, remains the divulgation of the works and thought of Scriabin, a composer often absent from concert halls.
In January 2020 he wrote the soundtrack for a documentary for Italian Swiss Radio Television. In Summer 2020 is published the double CD of the 10 Sonatas of Scriabin recorded for the Italian Swiss Radio Television and published by Dynamic.

"Ha la musica nel sangue"
"Con le mani può tutto"

-  Aldo Ciccolini

"La musica rappresenta per me un viaggio al centro di me stesso, un viaggio che terminerà solo con il mio ultimo giorno di vita. La musica ci spoglia delle nostre meschinità, facendoci apparire nudi e puri. È un nostro dovere primario smettere vanità e pavoneggiamento quando ci accostiamo ad essa. Solo così possiamo sperare di esserle degni. Perché non si deve strumentalizzare la musica, ma noi diventare suoi messaggeri”.

Con una simile dichiarazione di intenti poetici, spirituali ed esistenziali il pianista Nuccio Trotta si pone dinanzi alla scrittura pianistica con estrema umiltà non ponendo mai se stesso al centro della scena ma la musica che per lui è la fonte della sua vita. Il suo repertorio spazia dagli albori del pianoforte al '900 laddove il virtuosismo non è mai finalizzato a se stesso ma strumento necessario (quando opportuno) per la vivificazione della pagina musicale. La sua formazione artistica (dopo il conseguimento del diploma di pianoforte con eccellente votazione conseguito in soli 7 anni presso il Conservatorio “N. Piccinni” di Bari) confermata da consensi unanimi in concorsi e pubblico, è passata sotto la guida di musicisti di calibro internazionale come il compianto Aldo Ciccolini.

Nel 1989 il master presso il Mozarteum di Salisburgo con l’allora direttore del Conservatorio di Mosca, Sergej Dorenski, (allievo di Igumnov), rilevò sensibilmente (come altri maestri internazionali) l’innata predisposizione di questo pianista per l’opera di Scriabin.

La sua multiforme esperienza musicale spazia dal solismo all’accompagnamento di spettacoli teatrali con lunghe tournée non dimenticando la musica da camera in molteplici formazioni.

Ciononostante, il principale intento di questo musicista consiste nella diffusione dell’opera pianistica e del pensiero di Scriabin, compositore sovente dimenticato nelle sale da concerto. Nel gennaio 2020 è stato autore della colonna sonora di un documentario della Radiotelevisione Svizzera Italiana.

Nell'Estate 2020 è stato pubblicato il doppio CD delle 10 Sonate di Scriabin incise per la Radio Televisione Svizzera Italiana ed edite dalla Dynamic.

Keyboard and Mouse

CONTACT ME

MANAGEMENT:

 

 

Subscribe for updates

 
  • LinkedIn Icona sociale
  • White YouTube Icon

© 2020 by Seven65